Notizie Federconsumatori

Parcheggi liberi, a Bergamo, chi li ha visti?

Tempo di lettura: 1 minuto

A Bergamo chi volesse parcheggiare la propria automobile su suolo pubblico in prossimità del centro cittadino senza soggiacere al pagamento di una tariffa, scoprirebbe che si tratta di una cosiddetta operazione impossibile. Delle strisce bianche si sta perdendo traccia.

Federconsumatori, presa visione della “riconfigurazione parziale della sosta a pagamento”, ritiene che il previsto allungamento della sosta non debba essere soltanto a disposizione di chi è costretto a pagare.
A nostro parere medesimo criterio, “adottato per migliorare l’offerta per chi vuole parcheggiare in città”, dovrebbe essere esteso anche alle zone disco non a pagamento.
La questione riguarda non soltanto coloro i quali desiderano recarsi in centro per svariati motivi: dal turismo alla ricerca di acquisti.
Riguarda anche chi in centro città deve recarsi per lavoro, per accedere agli Uffici pubblici e che proviene dalla periferia. Periferia non sempre servita da trasporto pubblico sufficientemente adeguato alle diverse esigenze.
In caso contrario, se soltanto i parcheggi a pagamento consentissero una sosta prolungata (oltre le attuali 2/3 ore consentite), dovremmo considerare l’iniziativa in corso discriminante e volta prevalentemente a quello che gli amministratori negano ogni volta che accade: scelta finalizzata a “fare cassa” a danno dei cittadini.

Via Garibaldi, 3 - 24122 Bergamo (BG)

SOCIAL

LINK

CGIL di Bergamo - Copyright © 2021 | C.F: 80020770162 | Cookie Policy

Cerca