Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

NOTIZIE

Il racconto da una fabbrica in attività. “DAVVERO NECESSARIO STAMPARE CATALOGHI TURISTICI E RIVISTE DI PROGRAMMI TV?”. Le perplessità di un lavoratore del settore grafico-editoriale della provincia di Bergamo

on .

Continuare ad andare in fabbrica mentre è in corso una pandemia feroce come quella attuale può far emergere diversi dubbi su quale senso abbia il proprio lavoro: di perplessità ne nutre parecchie Attilio, un dipendente di un'azienda del settore-grafico editoriale della provincia di Bergamo, una realtà da oltre 300 dipendenti, attualmente produttiva a pieno regime. Questa settimana si è rivolto alla SLC-CGIL di Bergamo, la categoria sindacale che segue il comparto, di cui è delegato in fabbrica.

L’ALLARME NELLE CASE DI RIPOSO DI BERGAMO: SINDACATI A CONFRONTO CON LA PREFETTURA, INSIEME AI RAPPRESENTATI DI ATS E RSA

on .

Come chiesto nei giorni scorsi da CGIL, CISL e UIL di Bergamo, insieme ai sindacati dei pensionati, del Pubblico Impiego e del lavoro cooperativo, sulla delicata questione della sicurezza e della salute nelle RSA della provincia si è tenuto nel tardo pomeriggio di oggi un confronto in videoconferenza con il vicario del Prefetto Giuseppe Montella, alla presenza dei rappresentanti dell’ATS e delle associazioni delle RSA.

COVID-19. CINEMA, TEATRI E IMPIANTI SPORTIVI, SLC-CGIL DI BERGAMO: ECCO GLI STRUMENTI DI SOSTEGNO AL REDDITO VECCHI E NUOVI

on .

Numerosi sono i lavoratori in grande sofferenza a causa delle chiusure, nelle ultime settimane, di cinema, teatri e impianti sportivi: in provincia di Bergamo la SLC-CGIL stima siano oltre 150 i dipendenti impiegati nelle sale cinematografiche (di cui circa 70  nelle sole multisala UCI di Curno e Orio al Serio). Nel mondo del teatro e in generale dello spettacolo provinciale si stima siano circa 60 i lavoratori, più moltissime persone con rapporti di lavoro atipico. Nella galassia di impianti sportivi, palestre, piscine nella provincia bergamasca il settore conterebbe un centinaio di dipendenti e almeno tre volte tanto di collaboratori sportivi.

AMAZON, CGIL DI BERGAMO: “ALTRO CHE SOSPENSIONE DI MANSIONI CHE NON PERMETTANO DISTANZE DI SICUREZZA. RITMI INCALZANTI E NIENTE MASCHERINE”

on .

Niente dotazione di mascherine e nessun calo dei ritmi di lavoro nel centro di smistamento Amazon di Casirate d’Adda, malgrado l’azienda con una comunicazione del 19 marzo avesse annunciato “la sospensione e l’adeguamento delle attività che non consentono distanza interpersonale di sicurezza”. La denuncia arriva oggi da FILT-CGIL e NIDIL-CGIL di Bergamo che nelle ultime ore hanno raccolto diverse segnalazioni di lavoratori impegnati “anche in turni che finiscono alle 2 di notte”.

ATTIVITÀ ESSENZIALI: CONFRONTO SINDACATI, PREFETTURA E IMPRESE. "1800 le aziende della provincia che hanno dichiarato di poter proseguire a lavorare, dichiarandosi dunque come essenziali”

on .

Si è svolto nel tardo pomeriggio del 27 marzo un confronto tra CGIL, CISL e UIL di Bergamo, Prefettura, Confindustria, Imprese e territorio e CCIA sul delicato problema delle autocertificazioni da parte delle aziende formalmente non ricomprese nell’elenco, aggiornato, delle attività essenziali.
Come tutti sanno, per trasporti, prodotti medicali, assistenza sanitaria e socio sanitaria, settore alimentare, ... è prevista la continuità lavorativa. Per le aziende non ricomprese in questo elenco e che, tuttavia, intendano continuare l’attività produttiva è prevista un’autocertificazione da presentare al Prefetto: sotto la propria responsabilità si deve dichiarare di svolgere attività riconducibile a filiere essenziali.

Altri articoli...