Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.

NOTIZIE

IL VOTO EUROPEO E AMMINISTRATIVO 2019, “PORTA LA PACE”. Due appelli ai candidati (e ai cittadini) per la costruzione di una società pacifica e non violenta

on .

Due appelli, due documenti, uno per le elezioni europee e uno per il voto amministrativo, riassumono in poche righe quelle che la Rete della Pace di Bergamo e il Coordinamento Provinciale bergamasco degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani considerano questioni cruciali da segnalare ai candidati alle prossime elezioni.

Si tratta, però, anche di due inviti rivolti a tutti i cittadini, perché il loro voto sia consapevole, reale e concreto, perché solo se tutti siamo partecipi della vita politica la situazione potrà davvero cominciare a cambiare.

I promotori dell’iniziativa “Porta la pace” sono la Rete della Pace di Bergamo (attualmente composta da: ACLI, ALILO’, Amandla, Arci, Auser, Caritas Diocesana Bergamasca, CGIL, CISL, Cooperativa Ruah, Donne in Nero, LiBERA, Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro, UPF) e il Coordinamento Provinciale bergamasco degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, nato nel 2006 per riunire i Comuni della Provincia di Bergamo attenti ai temi di Pace, Libertà e Uguaglianza. Al momento gli enti aderenti sono: Bergamo, Casazza, Costa di Mezzate, Curno, Montello, Nembro, Pradalunga, Predore, Ranica, Scanzorosciate, Sotto il Monte Giovanni XXIII, San Paolo d’Argon, Villa d’Ogna, Provincia di Bergamo.

COMUNE DI SORISOLE, I LAVORATORI DELLA COOPERATIVA ALBA IN STATO DI AGITAZIONE PER IL MANCATO PAGAMENTO DEGLI STIPENDI. CHIESTO UN INCONTRO AL PREFETTO DI BERGAMO

on .

Svolgono un compito delicato, quello dell’assistenza educativa scolastica a ragazzi diversamente abili e dell’assistenza per il trasporto a scuola ma non vengono pagati da diversi mesi: i dipendenti della Cooperativa Alba, a cui il Comune di Sorisole ha affidato in appalto questo servizio, hanno proclamato oggi, 18 aprile, uno stato di agitazione.

I lavoratori aspettano di vedersi erogare gli stipendi di gennaio e febbraio, ma anche il saldo dello stipendio di dicembre 2018 e la tredicesima mensilità 2018.

FBM HUDSON: IL DELEGATO FIOM-CGIL, REINTEGRATO DAL TRIBUNALE, TORNA IN AZIENDA E VIENE LICENZIATO PER LA SECONDA VOLTA

on .

Davvero non sembra esserci pace per un operaio saldatore della F.B.M. Hudson Italia spa di Terno d’Isola, alle dipendenze dell’azienda metalmeccanica dal 1992 e da anni delegato sindacale della FIOM-CGIL: licenziato nel 2018, il mese scorso è stato reintegrato dal Tribunale di Bergamo, ma lunedì 15 aprile è stato licenziato per la seconda volta.

SEMATIC DI OSIO SOTTO, FIOM-CGIL: “DOPO LE PRIME APERTURE DEL 9 APRILE, ORA TRATTATIVA IN STALLO. RIPRENDERÀ IL 9 MAGGIO”. A marzo l’annuncio della delocalizzazione in Ungheria di alcune produzioni

on .

Nella delicata vertenza della Sematic di Osio Sotto, mentre il confronto del 9 aprile aveva lasciato ben sperare, l’incontro di oggi si è invece chiuso con uno stallo. Nell’azienda metalmeccanica a rischio ci sono circa 60 posti di lavoro, esuberi che potrebbero verosimilmente ridursi durante la trattativa. Il 20 marzo scorso l’azienda metalmeccanica aveva annunciato la decisione di delocalizzare parte della produzione dalla provincia di Bergamo all’Ungheria, provocando un taglio di 40 operai e 15-20 impiegati su un totale di 330 dipendenti.

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE, IL GOVERNO TAGLIA. RICADUTA PER OLTRE 3 MILIONI E MEZZO A BERGAMO. SALA, FILT-CGIL: “A FEBBRAIO AVEVAMO GIÀ LANCIATO L’ALLARME. ALTRO CHE RISORSE AGGIUNTIVE, COME DICEVA IL MINISTRO TONINELLI!”

on .

Il taglio è di quelli importanti: 300 milioni che il Governo fa venir meno al Trasporto Pubblico Locale, con una ricaduta che nella nostra provincia dovrebbe toccare gli oltre 3 milioni e mezzo. Il rischio era già stato denunciato due mesi fa, ma subito dal Ministero era stata smentita una riduzione di risorse: l’11 febbraio, infatti, il ministro Toninelli aveva proclamato l’avvenuto sblocco dei fondi “perché sul TPL – aveva detto - non è ammissibile risparmiare né tagliare nemmeno un euro”.

Altri articoli...