Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.

#FuturoalLavoro - Da Bergamo bus verso la capitale. SABATO 9 FEBBRAIO A ROMA LA MANIFESTAZIONE NAZIONALE DI CGIL, CISL E UIL

on .

Una manovra “senza visione, lontana dallo spirito della Repubblica fondata sul lavoro, distante dall’idea di sviluppo delle economie più avanzate”: così la CGIL ha definito la manovra economica e finanziaria del Governo. Una Legge di Bilancio che, dice la CGIL insieme a CISL e UIL, “ha lasciato irrisolte molte questioni fondamentali per lo sviluppo del Paese, a partire dai temi del lavoro, delle pensioni, del fisco, degli investimenti per le infrastrutture, delle politiche per i giovani, per le donne e per il Mezzogiorno” Su questi temi CGIL, CISL e UIL hanno avanzato indicazioni e proposte che non hanno trovato alcun riscontro nel provvedimento avanzato dal Governo.

Per sostenere le proposte unitarie contenute nella Piattaforma dei sindacati confederali, per cambiare le scelte del Governo e per aprire un confronto serio e di merito, CGIL, CISL  e UIL hanno lanciato una grande manifestazione nazionale che si terrà a Roma sabato 9 febbraio.

Da Bergamo partiranno bus per raggiungere la capitale e permettere agli iscritti di partecipare alla manifestazione: la partenza è prevista alle ore 23.00 di venerdì 8 febbraio dal piazzale della Malpensata. Il passaggio in bus è gratuito e va prenotato al numero 035.3594119 entro il 6 febbraio.

L’appuntamento a Roma è alle ore 9.00 in piazza della Repubblica. Per le vie del centro si snoderà un corteo che raggiungerà Piazza del popolo dove si svolgerà il comizio conclusivo con gli interventi dei tre segretari generali nazionali, Maurizio Landini per la CGIL, Annamaria Furlan per la CISL e Carmelo Barbagallo per la UIL.

“Il consenso delle decine di migliaia di lavoratori, pensionati e giovani alle proposte di CGIL, CISL, UIL, emerso in occasione delle centinaia di assemblee organizzate su tutto il territorio nazionale, è stato pressoché unanime” dice una nota unitaria nazionale. È stato svolto “un primo importante momento di confronto e di discussione delle proposte sindacali con i lavoratori e i pensionati italiani sul documento consegnato nello scorso mese di dicembre al Presidente del Consiglio che si era impegnato a dare continuità al confronto, mai avvenuto, su alcuni capitoli indicati dal Sindacato”.

Qui il link alle priorità di CGIL, CISL e UIL per la legge di Bilancio 2019: http://www.cgil.it/le-priorita-di-cgil-cisl-e-uil-per-la-legge-di-bilancio-2019/