Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Mercato del lavoro BG: avviamenti e cessazioni II° trim. 2019

Un concorso di cause contribuisce a rendere particolarmente negativi i dati del secondo trimestre 2019 pubblicati sul “Quadrante del Lavoro” di Regione Lombardia:

  • Il tradizionale rallentamento degli avviamenti al lavoro dopo il I° trimestre, di solito positivo. Con l’eccezione del 2017, dal 2014 tutti i secondi trimestri vedono un rallentamento.
  • Il gran numero di rapporti a tempo determinato del settore scuola (supplenze e precariato) con scadenza a giugno.
  • Il rallentamento in atto particolarmente nel settore manifatturiero industriale.

Infatti, dopo cinque trimestri positivi, il saldo avviamenti/cessazioni è tornato negativo soprattutto per i contratti a tempo indeterminato: a fronte di 7.889 avviamenti (contro i quasi 11mila del I° trimestre) sono 9.227 i lavoratori stabili che hanno cessato il rapporto di lavoro.

Le difficoltà sono particolarmente evidenti nell’Industria dove gli avviamenti calano del 13,7% rispetto al I° trimestre e ben del 20,5% rispetto al II° trimestre di un anno fa.

In netta diminuzione anche le proroghe, che passano dalle 16.829 del I° trimestre alle attuali 8.584: un dimezzamento dovuto al noto “Decreto dignità” e non compensato dall’enfatizzato e non verificatosi  aumento dei rapporti a tempo indeterminato. (i dati sulle proroghe sono però di incerta interpretazione perché il Quadrante del Lavoro non li fornisce suddivisi per quadrimestre ma si limita a pubblicare il totale progressivo).

21 agosto 2019 (or amb)

Leggi tutto qui